Facility manager e facility management: di che si tratta

Si sente spesso parlare di facility manager ma non si ha veramente chiaro cosa significhi.

Esattamente chi è e di cosa si tratta? Si parta dal presupposto che per facility management si intende l’attività che si occupa dell’organizzazione di tutto ciò che ruota attorno alle ‘facilities’ cioè le infrastrutture di un ufficio che sono legate alle vere e proprie strutture fisiche dello stesso.

Si pensa, a esempio, a tutti gli impianti che sono installati in un luogo di lavoro: gli impianti elettrici e termo-idraulici, non meno di quelli relativi al riscaldamento e al raffreddamento, nonché quelli che interessano la pulizia, la mensa e la ristorazione aziendale nonché le vetture a disposizione, la vigilanza degli edifici.

Tutte queste attività vengono gestite dal facility manager il quale, pur tuttavia, non necessariamente è interno all’azienda, ma può anche essere scelto, per motivi di politiche aziendali, all’esterno di questa e occuparsi dell’andamento di queste attività interne.

Dunque, partendo dal presupposto che con il termine ‘facility’ si parli delle infrastrutture e delle apparecchiature quanto dei servizi, non è difficile comprendere che il compito del facility manager è quello di coordinare il personale con le attività dell’azienda.

Il facily manager deve, dunque, gestire i principi della gestione economica con quella puramente architetturale e ingegneristica degli immobili, nonché quella comportamentale dei lavoratori della ditta oppure ufficio.

Il luogo di lavoro deve essere, quindi, fruibile e funzionale, ovvero deve essere a disposizione di chi lo utilizza per la produzione lavorativa e un investimento per chi la possiede. Si deduce da ciò che un ambiente ideale, che possa consentire di trarre profitto a livello di produttività deve essere gestito da una personalità che oggi, più che mai, sappia muoversi in mondi multifunzionali e interconnessi tra loro.

Le analisi che deve compiere un facility manager contemplano diversi ambiti: deve sapersi muovere nell’analisi strategica quanto per quella di controllo gestionale dell’area operativa.

Dal punto di vista personale è una figura che gode di un’ottima attività relazionale e comportamentale, al fine di delineare delle linee di politica aziendale chiare e efficaci e su differenti fronti, da quello economico, a quelle gestionale per arrivare infine, a quello dei servizi operativi quotidiani.

La figura del facility manager si rivela essere piuttosto complessa, quindi, vista la molteplicità degli aspetti che deve seguire e gestire, spesso contemporaneamente.
Come in tutti i casi in cui ci si debba rivolgere a un professionista di un qualsiasi settore, appare evidente che sia necessario ricercare degli esperti del mestiere.

Indubbiamente fra questi si possono richiedere i servizi esposti all’interno del sito www.smi-cons.it, per cercare di avere dei consigli su cosa acquistare in termini di software e servizi per le regolazioni degli ambienti. Verrà esposto con la cura di chi è addetto ai lavori tutta una serie di alternative per attivarsi all’interno delle proprie attività lavorativa per renderla più automatizzata o adeguata dal punto di vista normativo.

Non meno mancherà la possibilità di avvalersi di progetti di riqualificazione di opere oppure di installazione di dispositivi per il risparmio energetico. In seguito sarà necessario anche capire come mantenere e gestire gli impianti nel procedere del tempo.

E’ sempre la soluzione migliore rapportarsi con dei professionisti per avere dei preventivi chiari e misurati sulle proprie esigenze.