L’importanza del logo aziendale

Avere un logo non è importante per un’azienda ma fondamentale.

Molti marchi noti come la nike, l’adidas, la puma solo per citarne alcuni, involontariamente ti vengono in mente i loro loghi.

Che la tua azienda sia una multinazionale oppure è ai primi passi, è importante che sia riconosciuta ed abbia un’identità ben definita.

Il marchio è fondamentale per qualsiasi azienda e deve comunicare i valori, gli ideali e l’identità dell’azienda.

Cos’è il logo? É un’insieme di immagini e parole messe in modo accattivante per rappresentare in modo sintetico.

L’obiettivo è quello di essere ricordati in modo semplice ma diretto.

Esistono diverse tipologie:

logotrico che è rappresentato da una scrittura, pittogramma che è un oggetto o un’insieme di più oggetti, diagramma che è un segno ironico.

Per essere efficace deve rappresentare la prima pubblicità dell’azienda e la deve rispecchiare, si deve distingure dalle altre.

In un mercato così concorrenziale, diventano sempre più degli elementi necessari per farsi “notare” e “contraddistinguere” l’azienda.

 

Come si crea un logo

 

Deve esseere semplice ma non semplicissimo. Puntare sulla semplicità senza essere banali.

É fondamentale puntare sulla naturalezza per permettere che il logo sia facilmente riconoscibile ed abbia una propria identità, dove ogni elemento, deve avere un senso e quindi un ruolo ben preciso.

Deve essere appropriato: deve interagire con il pubblico.

Deve essere coerente con quello che trasmette l’azienda e quello che offre.

Non deve essere banale e scontato.

Deve raccontare qualcosa: deve essere carino e deve saper capace di raccontare la propria storia.

Come ad esempio il logo di Amazon che vuole comunicare che nel sito puoi trovare tutti i prodotti che vuoi dalla A alla Z.

Deve essere versatile ed adattabile: si deve poter stampare sia su un telone che su in piccolo biglietto da visita.

Significa che quando viene progettato deve essere rispettata la coerenza.

Uno degli aspetti fondamentali per un marchio è quello di sapersi distinguere dagli altri già esistenti.

 

Come si crea un logo in pratica

 

Alcuni step pratici per il design del logo aziendale:

Prima Fase: Brief aziendale.

É un documento dove l’azienda cerca di spiegare tutte le sue necessità ed attività.

Non è altro che una comunicazione tra l’interazione e la comunicazione aziendale, dalla schematizzazione delle keywords nascono le brief.

Seconda Fase: Bozzetti e scelta del font. In questa fase si inizia ad abbozzare l’immagine che si vuole creare alla fine del lavoro.

Terza fase: Concept ed il naming.

In questa terza fase bisogna unire le keywords e i bozzetti fatti in precedenza per poi scegliere le idee migliori.

Un elemento spesso richiesto, è il naming, il modo in cui il nome dell’azienda verrà scritto.

Quarta Fase: definizione del pittogramma e scelta dei colori.

In questa penultima fase dopo aver scelto tutti gli elementi per creare un logo, ci rimane solo scegliere il colore più adatto.

Quinta Fase: presentazione e il brand manual.

Questa ultima fase racchiude tutto il lavoro fatto per la scelta del logo.

Viene spiegata tutta la storia del logo con tutti i suoi dettagli creativi.