Come curarsi la cirrosi epatica

Cos’è la cirrosi epatica e e da cosa è causata?

La cirrosi epatica è una patologia degenerativa che attacca il fegato e che ne comporta un’infiammazione cronica che col tempo va ad incidere in maniera negativa sulle funzioni dello stesso.
Non è un’unica causa a scatenare questa malattia, poiché esistono diversi fattori che possono comportarne l’insorgenza: la cirrosi epatica infatti, può verificarsi in seguito ad un’epatite virale, a malattie autoimmuni, abuso di alcool e farmaci, occlusione di dotti biliari e insufficienze multiorgano.
A causa di questi eventi il fegato si infiamma, comportando una reazione di difesa che trasforma le cellule epatiche in cellule fibrose, generano grandi nodi nell’organo, le cui funzioni risultano inevitabilmente compromesse.

Quali sono i sintomi che fanno presupporre la presenza della cirrosi epatica?

Tra i sintomi che potrebbero segnalare la presenza di questa malattia troviamo l’ipertensione portale a carico della vena porta, la comparsa dell’ittero, la comparsa di varici ed edemi generalizzati.
Qualora la situazione fosse molto compromessa potrebbero inoltre manifestarsi ulteriori complicanze, come il tumore al fegato, che nella maggior parte dei casi ha un esito negativo.
Si tratta comunque di una malattia che ha un esordio piuttosto lento e tende a degenerare con il passare del tempo.

Come fare per diagnosticare la cirrosi epatica?

Per diagnosticare la cirrosi epatica bisogna condurre degli esami volti ad approfondire le condizioni di salute. Tra questi, gli esami del sangue servono per rilevare i valori della bilirubina è dell’albumina, stabilire il conteggio delle piastrine e studiare i fenomeni legati alla coagulazione e alla transaminasi.
Successivamente si possono richiedere delle ecografie, delle TAC o prelevare una piccola porzione di fegato da sottoporre alla biopsia epatica.

È possibile prevenire l’insorgenza della cirrosi epatica?

Il miglior metodo per combattere questa malattia è prevenirne l’insorgenza.
Per evitare che questa malattia si manifesti, bisogna ridurre al minimo le quantità di alcol, alimentarsi in maniera corretta, ricorrere ai farmaci solo in condizioni di effettivo bisogno, evitare di consumare cibi contaminati o impuri e sottoporsi a tutte le campagne di vaccinazione in grado di sconfiggere i vari tipi di epatite virale.

Come si cura la cirrosi epatica?

Purtroppo ad oggi non è ancora stata trovata una cura in grado di debellare la cirrosi epatica, e l’unica alternativa consiste nel rallentarne il decorso assumendo i farmaci che possono controllare i sintomi e stabilizzare la situazione.
Ovviamente chi viene colpito da questa malattia deve evitare di assumere sostanze alcoliche e assumere con correttezza tutti farmaci che vengono prescritti, mentre in casi più gravi si può considerare il trapianto di fegato qualora la condizione medica del paziente lo consentisse.
Questa malattia potrebbe essere molto difficile da diagnosticare nella fase iniziale poiché nella maggior parte dei casi è completamente asintomatica, ma con il passare degli anni possono subentrare delle complicazioni dovute alla perdita di peso e dell’appetito, un dimagrimento repentino e un senso di affaticamento generale.
Spesso si assiste alla comparsa di edemi nella zona delle gambe, all’ingrossamento della milza e a vari tipi di emorragia gastrointestinale che subentrano in seguito alla rottura delle varici.